10° GIORNO

VOTAZIONI del DOCUMENTO FINALE e CONCLUSIONE DEL CAPITOLO

Il decimo ed ultimo giorno del capitolo, giovedì 4 aprile 2019, è iniziato, come al solito, alle ore 7.00, nella cappella degli esercitanti con la celebrazione delle Lodi e della santa messa, officiata dal Provinciale, padre Luigi Vaninetti e dai consultori della neonata curia.

Durante l’omelia, padre Luigi ha ripercorso le tappe fondamentali del cammino capitolare e l’attesa del cammino futuro della provincia MAPRAES.

Tempo di primavera, tempo di rinascita, tempo per sognare ed aprirsi al nuovo. Questo è stato il capitolo e questo vuole essere l’impegno di tutta la provincia nei prossimi quattro anni.

Alla santa messa hanno partecipato i capitolari presenti e quanti hanno condiviso con loro il cammino di dieci giorni di intenso lavoro.

Alle ore 9.00, è iniziata la sessione conclusiva del capitolo con l’approvazione definitiva di tutte le decisioni assunte dagli stessi capitolari nei giorni precedenti, mediante l’ascolto delle varie relazioni, mediante i gruppi di studio, i molteplici interventi in aula di tutti i capitolari. Chi più e chi meno, tutti hanno dato un loro costruttivo contributo per arrivare ad una programmazione quadriennale, specialmente nel campo della profezia, della vita comune, della testimonianza dell’unica provincia che, con questo capitolo cammina con strutture giuridiche nuove.

Ad aprire i lavori è stata, come sempre la preghiera che ha accompagnato i capitolari all’inizio di ogni sessione, di ogni giornata e di ogni conclusione di lavoro.

Poi tutti impegnati e concentrati nel limare i testi revisionati dall’apposita commissione redazionale (p. Alessandro Cancelli e p. Cristiano Massimo Parisi) che ha ripresentato in maniera omogenea proposte, raccomandazioni, decreti e formulazioni varie che sono stati elaborate dai capitolari o inseriti nei vari discorsi, relazioni e comunicazioni, ma anche nelle diverse proposte giunte al Capitolo o presentate in itinere.

Dalle 9.00, fino alla 13.00, tranne una breve pausa, è stata una corsa per approvare il testo definitivo, che necessita di ulteriori precisazioni terminologiche e formulazione più puntuale da un punto di vista redazionale, vista l’approvazione sostanziale del molteplice e ricco materiale prodotto dai capitolari.

Dopo aver riletta, revisionata l’ultima parte della programmazione, si è giunti alla votazione delle singole parti e del testo completo. Tutti i capitolari hanno approvato all’unanimità il loro lavoro, fatto con sacrificio, pazienza, impegno e serietà i cui frutti sono espressi nel testo conclusivo del II Capitolo provinciale della Provincia Maria Presentata al Tempio, che comprende l’Italia, la Francia, il Portogallo, e le missioni ad gentes dell’Angola, della Bulgaria e della Nigeria.

Tutta l’intensa mattinata di lavoro e dello stesso capitolo si sono conclusi con tre emozionanti momenti: la preghiera di ringraziamento, i saluti e i ringraziamenti del Provinciale e la benedizione del Superiore Generale, padre Joachim Rego che ha presieduto con saggezza ed equilibrio, con attenzione e precisione tutti i momenti del capitolo.

Ringraziamenti particolari da parte del Provinciale al moderatore, al segretario, al facilitatore, alla commissione di redazione, allo staff delle comunicazioni multimediali che ha curato, per la prima volta nella storia di nuova provincia religiosa, la trasmissione, in tempo reale, dei maggiori e più significativi momenti del capitolo, mediante il sito internet www.mapraes.org, consultato costantemente dai passionisti di tutto il mondo e dei laici a noi vicini, per seguire il capitolo a distanza.

Ringraziamento particolare agli studenti teologici dello studentato di Napoli, che hanno aiutato il segretario nel suo intenso lavoro quotidiano e che hanno reso agevole il lavoro ai capitolari, alcuni dei quali membri di diritto o delegati dei tanti religiosi che li avevano eletti a rappresentarli in questa importante sede.

Questo capitolo passerà alla storia della Provincia Mapraes, per importanti decisioni che hanno assunto i capitolari e che diventano esecutivi.

Sarà compito del Provinciale e del suo consiglio, rinnovato quasi totalmente a portare avanti il progetto approvato e che riguarda punti nevralgici e strategici dei passionisti d’Italia, Francia, Portogallo, Angola, Bulgaria e Nigeria che, unitamente, si sono organizzati per un cammino insieme e unitario, sotto la protezione di Gesù Crocifisso, della Beata Vergine Maria Presentata al Tempio, di San Paolo della Croce e di tutti i santi e beati della Congregazione che da cielo sosterranno il cammino di rinnovamento e di rinascita come ha voluto mettere in risalto lo slogan di questo capitolo “Ecco io faccio nuove tutte le cose”, profezia, vita comune e testimonianza. Alle ore 13,05 padre Joachim Rego, con la benedizione finale, dichiarava chiuso ufficialmente il II Capitolo della Provincia MAPRAES. Appuntamento giuridico e canonico, previsto dalle Costituzioni dei Passionisti e dai Regolamenti provinciale fra quattro anni, nel 2023, con la speranza che la Provincia MAPRAES possa aumentare di numero, di vocazioni e soprattutto di vita interiore e spirituale alla scuola di San Paolo della Croce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *