4° GIORNO

RIFLETTIAMO SULLA NOSTRA ECONOMIA

Il quarto giorno del capitolo, venerdì 29 marzo 2019, giorno della memoria settimanale della Passione di Cristo, è iniziato con la celebrazione delle Lodi, alle ore 7.00,

sempre nella cappella della Casa degli esercizi spirituali, e la santa messa, officiata da padre Federico Di Saverio, concelebranti principali, padre Pasquale Gravante e padre Alessandro Ciciliani.

All’inizio della santa messa, padre Federico ha ricordato tutti i novelli sacerdoti, che sono stati ordinati nell’ultimo quadriennio, citandone i nomi e invitando i confratelli a pregare per loro. L’elenco completo è pubblicato in allegato.

Come sempre, la liturgia è animata con la musica ed i canti guidati da padre Vito Patera.

Alle ore 9.00 puntuali, i capitolari si sono ritrovati nell’Aula, sita a piano terra del Reparto Curia Generale, per iniziare la sessione mattutina. Come sempre presiede ogni sessione il Superiore generale, padre Joachim Rego.

Dopo la preghiera iniziale guidata da padre Leone Masnata e da Filippo Pisciotta, il segretario, padre Antonio Rungi, ha fatto l’appello dei capitolari e degli altri ufficiali a servizio del capitolo.

Dopo l’appello, padre Rungi ha voluto ringraziare i sacerdoti che collaborano per le comunicazioni multimediali ed in particolare i due studenti dello STEM di Napoli, Giuseppe Maisto e Luis Miguel Pinto Martins, di grande aiuto alla funzionalità della segreteria del capitolo.

Padre Rungi ha rivolto anche un breve saluto al padre José Maria Saez Martin, Superiore provinciale della Spagna (SCOR), presente al capitolo quale osservatore.

Dopo di che il moderatore, padre Antonio Munduate ha presentato il lavoro che attendeva i capitolari nella mattinata, impegnati ad analizzare la parte terza dell’IL relativa all’economia.

Durante la sessione del mattino è presente il padre Sebastiano Paciolla, monaco cistercense di Casamari, esperto giurista, che  ha tenuto la sua relazione circa le problematiche economiche. Relazione già inserita nel documento capitolare unitario.  Il relatore è stato presentato ufficialmente ai capitolari con un breve curriculum vitae, esposto verbalmente da padre Lionello Leidi.

Dopo la presentazione ufficiale del relatore, lo stesso ha letto, quasi integralmente il testo della relazione, saltando soltanto alcuni aspetti non essenziali della relazione.

Si è soffermato, però, sul concetto e voto di povertà, su quello di appartenenza dei beni di ogni istituto religioso alla Chiesa in generale, sulla trasparenza dell’amministrazione, sulla gestione dei beni in ragione della situazione economica generale mondiale e alle nuove norme in merito emanate da Chiesa. Dopo la relazione sono stati diversi i quesiti posti dai capitolari, ai quali ha risposto con chiarezza padre Paciolla, precisando come bisogna operare in campo economico, nel rispetto delle leggi ecclesiastiche e civili.

Dopo la pausa delle ore 10,30-11.00, i capitolari si sono ritrovati in aula per ascoltare la relazione dell’Economo provinciale, padre Vincenzo Fabri, che ha letto integralmente il testo inserito nel documento unico del capitolo. Alle ore 12.00 padre Fabri ha terminato il suo discorso sui vari aspetti che attengono la gestione dei beni della Provincia e delle Regioni. La relazione è molto apprezzata per la precisione e la trasparenza dei dati. Data la delicatezza del problema ci sono stati vari interventi di chiarificazione, ai quali ha risposto con competenza, conoscenza e professionalità l’Economo provinciale. Alle ore 12,35 si è conclusa la sessione mattutina.

Dopo la pausa pranzo, alle ore 15,30, tutti i capitolari hanno ripresi i lavori in aula.

La preghiera introduttiva è stata guidata da padre Ciro Benedettini e padre Antonio Coppola.

Il segretario, come è prassi, ha fatto nuovamente l’appello Tutti i religiosi risultavano presenti.

Dopo ulteriori domande poste dai capitolari e le risposte date da padre Fabri, lo stesso ha provveduto a presentare all’assemblea capitolare i numeri e dati dello studio effettuato dalla commissione economica della Mapraes, con il quadro generale dei conti delle singole regioni e della Provincia.

P. Vincenzo Fabri

Conclusa la lettura, il moderatore ha indicato il lavoro da effettuarsi nei gruppi con la stessa metodologia per gli altri settori giù esaminati. Per quanto attiene le proposte, nell’ambito dei gruppi, padre Leidi chiede che i capitolari si esprimano, orientativamente, in termini di voti nei lavori di gruppo.

I moderatori e segretari dei gruppi devono registrare il risultato delle votazioni all’interno del gruppo di studio, circa le proposte inserite nel documento ed indicate dal moderatore nelle varie pagine, e di prendere in esame e votare le altre proposte che hanno attinenza con il regolamento economico o che sono state presentate a parte.

Il lavoro nei gruppi si è concluso alle ore 17,15.

Siccome padre Massimo Parisi è impegnato a stilare, insieme a padre Alessandro Cancelli, il gruppo III deve scegliere il nuovo segretario dello stesso.

Alle ore 17,45 i capitolari rientrano in aula per relazionare sul lavoro di gruppo per quanto attiene l’economia.

Per il gruppo uno, relaziona il nuovo segretario Federico Di Saverio; per il secondo gruppo sintetizza il lavoro fatto Alessandro Foppoli; per il terzo gruppo provvede al riguardo Marco Pasquali e per il quarto gruppo Paolo Cortesi. La struttura delle relazioni è in riferimento ai processi da porre in essere, alle azioni e alle proposte.

Di tali decisioni assunte nei gruppi di studio i quattro segretari hanno trasmesso alla segreteria del capitolo i relativi testi.

Dopo di ciò ci sono stati tantissimi interventi dei capitolari su alcune questioni più delicate a livello economico, emerse durante la discussione.

Tra i vari argomenti, padre Luigi Vaninetti, dietro richiesta di alcuni capitolari ha ricordato quali sono le norme e i limiti numerici entro i quali si possano emettere assegni o bonifici, dai superiori locali, regionali e del Provinciale.

Concluso l’articolato e intenso dibattito sulle molteplici questioni economiche, il moderatore ha presentato il lavoro per il giorno successivo, sabato 30 marzo.

Raccomanda di leggere personalmente i testi del documento unitario, secondo i punti indicati dalla CCC, in particolare quelli attinenti la missione ad Gentes e alle attuali presenze in terra di Missione, Angola, Bulgaria e Nigeria. A conclusione della sessione pomeridiana dei lavori padre Ciro Benedettini interviene per chiedere ai capitolari se hanno bisogno di copie, in DVD, del nuovo film realizzato su san Paolo della Croce e proiettato la sera precedente, di cui si sono complimentati tutti. La quarta giornata del capitolo si è conclusa con la celebrazione dei Vespri nella cappella della casa degli esercizi spirituali, iniziata alle ore 19,30.

Roma 29 marzo 2019

La Commissione capitolare
per le comunicazioni multimediali

Documenti Allegati

Novelli Sacerdoti MAPRAES    

Foto Gallery