7° GIORNO

FORMA DI GOVERNO

Alle ore 7.00 di lunedì 1 aprile 2019, nella cappella della casa degli esercizi spirituali è iniziato il settimo giorno del II capitolo provinciale Mapraes, con la celebrazione delle Lodi e della Santa Messa, presieduta da padre Nuno Almedia, missionario in Angola, che ha celebrato in portoghese, assistito da padre Gomes e padre Paulo Jorge.

Alle ore 9.00, dopo l’appello dei presenti, inizia la sessione mattutina con la presentazione da parte di padre Luigi Vaninetti della proposta della Curia provinciale circa la ristrutturazione della Provincia Mapraes e le nuove forme di governo, così come inserita nel documento unitario del Capitolo.

Padre Luigi ne dava lettura attenta e completa in aula. Passa poi alla presentazione della proposta del Consiglio sulla struttura della Mapraes, come da copia distribuita a tutti i capitolari e illustrata dallo stesso padre Vaninetti.

Diversi gli interventi dei capitolari su questo argomento fondamentale per il cammino futuro della provincia, ai quali risponde il Provinciale. L’idea portante è quella del superamento delle regioni, con varie aree dell’unica provincia. Alle 10.30 i capitolari godono di una pausa; mentre la CCC si riunisce per indicare il modo di procedere nei lavori di gruppo.

La sessione prosegue con la richiesta da parte di alcuni capitolari di ascoltare l’esperienza del superiore provinciale SCOR, osservatore presente al capitolo.

Sempre in merito alla struttura della Provincia intervengono altri capitolari, in un dialogo e dibattito sereno per meglio chiarire gli aspetti organizzativi. Risponde il Provinciale, Luigi Vaninetti, circa la funzionalità del consiglio provinciale precedente e i superiori regionali, nella guida delle regioni e del consiglio allargato.

Vengono illustrare altre proposte al riguardo. In merito a tale questione i capitolari ascoltano l’esperienza  di padre Jose Maria Saez, che illustra la struttura attuale della Provincia SCOR.

he illustra la struttura attuale della Provincia SCOR.

Dopo ulteriori chiarimenti da parte del Moderatore, veniva formulata la domanda: se superare o meno le regioni. I capitolari andavano così a lavorare nei gruppi e alle 12,20 rientravano per relazionare sulla domanda posta. Dai lavori di gruppo emerge la necessità del superamento delle regioni per arrivare di fatto ad un’unità piena dell’unica provincia Mapraes. Ulteriori interventi in aula per chiarire alcuni aspetti non ancora del tutto evidenti emersi nella proposta illustrata dal Provinciale.  Alle ore 12,35 si concludeva la sessione mattutina. Nel frattempo si riuniva la CCC per formulare la domanda da porre ai capitolari per il superamento delle Regioni come era emerso dai lavori di gruppo.

Dopo la pausa pranzo, i capitolari si sono ritrovati alle ore 15,30 puntuali in aula per la sessione pomeridiana. E’ stata illustrata la proposta con il relativo testo in italiano visibile e leggibile sui maxi schemi allestiti in aula. Tutti i capitolari hanno potuto leggerla e modificarla con correttivi di ordine terminologico.

Sottoposta votazione è stata approvata. Vengono così superate le regioni e la provincia Mapraes non ha quindi più le regioni, ma aree.

Si passa poi a presentare la proposta del Provinciale uscente, circa la ristrutturazione della nuova provincia.

Dopo chiarimenti di vario genere, i capitolari sono andati nei gruppi di studio, dove hanno discusso l’articolato testo proposto.

Al rientro in aula alle ore 18.00 hanno relazionato i segretari. Molte osservazioni da parte di capitolari hanno riguardato la votazione del pomeriggio, circa il superamento delle Regioni. I capitolari poi decidono di mantenere il programma dell’agenda in vista dell’elezione del Superiore provinciale, per il 2 aprile.

Data la mole di lavoro e i tanti argomenti emersi nei lavori dei gruppi e rappresentati in aula, i capitolari hanno deciso di rivedersi dopo la preghiera dei vespri e la cena, per una nuova sessione di lavoro, alle ore 21.00 non in agenda.

Da parte sua la CCC, si è riunita per stilare il lavoro da proporre nella sessione serale, con l’aiuto del facilitatore, don Alberto Lorenzelli, salesiano, che è stato presente per tutta la giornata di lavoro.

Si decide di procedere per recuperare i suggerimenti dati dai gruppi e di stilare un testo di sintesi sulle azioni da attivare per concretizzare la nuova struttura della provincia senza più regioni.  Come deciso, i capitolari si ritrovano per la terza sessione, non prevista, alle ore 21.00 nell’aula capitolare per continuare i lavori e concluderli.

Dopo una breve presentazione da parte del moderatore si procede a votare per la revisione del testo (in termini più sintetici) per la struttura di governo della provincia. I presenti e votanti approvano di elaborare un testo più sintetico accogliendo i vari suggerimenti. Si prosegue, su indicazione della CCC per le successive votazioni canoniche previste per la determinazione del numero delle aree e dei consultori. Vengono approvate rispettivamente 4 aree e 6 consultori per il governo della provincia. Il moderatore poi sottopone a normale votazione la questione di svolgere un sondaggio in serata o nella mattinata di domani sull’elezione del Provinciale e la maggioranza decide di rinviare il sondaggio dopo la messa delle ore 7.00 di martedì 2 aprile 2019. Tutta la giornata di lavoro si chiudeva alle ore 22.00.

1 aprile 2019

La Commissione capitolare
per le comunicazioni multimediali

Foto Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *